Parco Nazionale Dei Monti Sibillini

Azi in istorie

Parco Nazionale Dei Monti Sibillini

Infine, per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua attività di navigazione, puoi scaricare ilComponente aggiuntivodel browser per la disattivazione di Google Analytics. Per maggiori informazioni sul funzionamento di questi cookie leggi la nostra Privacy Policy. Lungo la strada troverà diversi punti dove parcheggiare e passeggiare a piedi lungo l’altipiano. Per evitare sanzioni, quando si parcheggia è importante fare attenzione che le ruote dell’auto non siano sopra l’erba.

Per realizzarlo vennero piantate diverse piantine di conifere che, inizialmente, fecero fatica ad attecchire. Oggi invece formano un bel bosco a forma di stivale, uno dei panorami più famosi del Pian Grande. Questa limitazione si è resa necessaria per evitare di ritrovarsi una marea di auto parcheggiate in ogni dove e gente irresponsabile che, fregandosene del duro lavoro degli agricoltori, invadeva i campi coltivati per scattare qualche stupido selfie. Per limitare l’afflusso di gente durante il periodo principale della Fioritura di Castelluccio di Norcia, per il 2021 si è deciso di limitare l’accesso alla piana durante i weekend del 3-4 e Luglio.

I Monti Sibillini vantano 37 tipi diversi di orchidee multicolori, tra cui le particolarissime orchidea scimmia e ape, che ricordano per forma e colore gli animali da cui traggono il nome. I Monti Sibillini vantano 37 tipi diversi di orchidee multicolori, tra cui le particolarissime orchidea scimmia ed ape, che ricordano per forma e colore gli animali da cui traggono il nome. Oltre alla famosa fioritura di Castelluccio, tutta la zona, il parco e i Monti Sibillini offrono un’ampia varietà di attività da poter fare durante la vostra visita, sia in estate sia in inverno. In estate potete effettuare lunghe e piacevoli passeggiate, https://lookbook.nu/user/9539776-Andrea trekking più impegnativi sui monti, fare escursioni in bicicletta o a cavallo.

Fioritura Castelluccio più discreta, ma ugualmente affascinante, è quella dei tulipani gialli, sul Pian Grande. Inserito nella lista di specie a rischio di estinzione dalla regione Umbria e protetto da leggi in molte regioni del nord Italia, questo un fiore raro sboccia proprio nelle radure intorno a Castelluccio di Norcia alla fine di maggio. A dare inizio con le prime fiorite sono le le corolle gialle e delicate della senape selvatica, che si vedono danzare al ritmo del vento insieme ai primissimipapaveri, che danno quel primo tocco di rossoalla piana. Le prime fiorite avvengonoverso gli inizi di giugno, alla quale piano piano si aggiungono nuove tinture di colore. Dalla furia del terremoto si sono salvati alcuni agriturismi, che erano già stati edificati con tecnologia antisismica ed è stato costruito un piccolo condominio per ospitare i residenti che vivono in paese da aprile a novembre.

Un altro facile sentiero vi permetterà di visitare il Pian Piccolo e il suo Stagno Rosso, un piccolo laghetto le cui dimensioni variano da 38 a 43 metri e la cui profondità non supera mai il metro. Il colore dell’acqua varia dal grigio al giallo, mentre in estate assume colorazioni tra il rosso motivi camicie e il violaceo. Questo fenomeno è stato scoperto per la prima volta il 19 Giugno 1995 ed è causato da un’ alga chiamata Euglena sanguinea che, con il variare della luce e della temperatura dell’acqua, cambia colore creando effetti quasi surreali. Intorno a questo laghetto ruota una leggenda che, ancora una volta, racconta di fate e magia. Si narra che un giorno una fata, nel dipingere un arcobaleno, fece cadere della vernice rossa sui campi sottostanti e si formò così un lago di colore rosso.

Aguzzando la vista sarà possibile scorgere – tra i petali gialli, rossi e blu – anche i piccoli fiori bianchi dei pregiati legumi di Castelluccio. La lenticchia IGP, coltivata da secoli sui piani carsici dell’Umbria ad un’altezza di circa 1500 metri, è unica nel suo genere per facilità di conservazione e cottura e, nonostante qui se ne producano poche centinaia di quintali all’anno, gode di grande fama in tutto il Paese. La fioritura dei Piani del Castelluccio è probabilmente il fenomeno naturale più fotografato nel Centro Italia.

  • I fiori gialli a grappolo presentano quattro petali e sono caratterizzati da un piacevole profumo.
  • La SP136 che sale invece da Castelsantangelo sul Nera scorre lungo il Pian Perduto, offrendo diverse viste, sia dall’alto che dal basso, su questo lato meno famoso, ma altrettanto bello.
  • Alcune delle più curiose che abbiamo letto riguardano invece il bellissimo Lago di Pilato, un laghetto alpino situato a 1.941 metri di altezza sulle pendici Nord del Monte Vettore e circondato dalle cime del Redentore e del Monte Sibilla.
  • Lungo la strada troverà diversi punti dove parcheggiare e passeggiare a piedi lungo l’altipiano.
  • Sul versante umbro saranno organizzati invece parcheggi nel territorio del comune di Norcia, ai Monti del Sole, a Forca Canapine e a Scentinelle e a Norcia capoluogo, con servizio navetta.

La natura selvaggia, verace, si tinge di verdi intensi in cui cavalli, pecore e balle di fieno, si fanno protagonisti silenziosi. Troviamo altri ingorghi, in particolare nei pressi dei punti ristoro, ma tiriamo un sospiro di sollievo quando ci lasciamo tutti alle spalle, iniziando ad entrare in simbiosi con i tornanti. Seppure conosciamo bene la SP89, quella che si potrebbe definire una salita verso la perfezione, oggi la viviamo con brividi contrastanti.

Gli enti marchigiani, con il loro disimpegno, hanno fatto perdere a tutto il territorio la grande occasione di avviare subito un percorso condiviso non solo a tutela della natura e dell’ambiente, ma soprattutto per la ripartenza di un territorio pesantemente provato dal sisma e dall’emergenza sanitaria. Oltre al bianco, rosa o azzurro chiaro dei fiori della lenticchia, a Maggio il Pian Grande si tinge di giallo grazie alla senape selvatica e, verso la metà del mese, si aggiungono il rosso dei papaveri e il bianco della camomilla bastarda e del leucantemo. Tra la fine di Giugno e i primi di Luglio avviene il boom dei colori, quasi come se un pittore impressionista stesse dipingendo il più bel quadro. È in questo periodo che la piana si tinge anche del viola dello specchio di venere e del violetto/blu del fiordaliso.

Secondo la tradizione qui sorgeva un piccolo paese chiamato Colfiorito, protetto dalle fate. Un giorno la Sibilla, arrabbiata con gli abitanti del paese colpevoli di egoismo, scatenò un violento terremoto che seppellì Colfiorito sotto ad un grosso cumulo di rocce. Solamente quando un altro popolo nomade si stanziò nell’area, le fate tornarono a proteggere quel luogo che. L’intera zona, il Monte Sibilla e il Monte Vettore, nel corso dei secoli, hanno ispirato storie e leggende che si sono tramandate oralmente di generazione in generazione. Castelluccio di Norcia si trova all’interno di un Parco Nazionale e, pertanto, il sorvolo dell’area è soggetto a divieti e/o limitazioni. Le aree di interesse biologico e faunistico, come in questo caso Castelluccio e il Parco Nazionale dei Sibillini, sono soggette a regolamentazioni dettate sia dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile , sia dalle leggi regionali e/o provinciali e dai regolamenti dell’Ente Parco.

Insomma, un garbuglio di informazioni in cui non è sempre scontato riuscire a districarsi. Date il buon esempio e evitate di scatenare una reazione a catena con chi vi osserva e cercherà di fare la stessa cosa. Se tutti si sdraiassero o invadessero i campi fioriti, cosa rimarrebbe per i visitatori che arriveranno dopo? Ma soprattutto, che danno enorme si https://splice.com/”italy ago2″ creerebbe ai coltivatori che con tanto impegno, fatica e devozione coltivano ogni anno la piana? Loro vivono grazie alla lenticchia e noi abbiamo il dovere di essere responsabili e non lasciare traccia del nostro passaggio. Serve una gestione diversa dell’evento annuale per evitare come lo scorso anno 14 chilometri di code, un’incidenza di emissioni fuori norma e la presenza di oltre 20mila veicoli privati nei week end che occupavano lo spazio di almeno 10 campi di calcio.



feedback
sexyxxx sexyxxx.cc sexyxxx.cc sexyxxx.cc
Nu sunteti membru inca ?

Dureaza doar cateva minute sa va inregistrati.

Inregistrati-va acum



Ti-ai uitat parola ?
Inregistreaza un user nou